La cameretta dove non c’è

Arriva un bebé? Ai primi tempi certamente sarà presente nella tua camera, sorvegliato ma anche per motivi di praticità, per non dover alzarsi per allattarlo, cambiarlo, provvedere alle sue necessità. Quando cresce, però, deve avere un suo spazio e lasciare a te e al tuo partner la giusta intimità.

L’importanza della cameretta

Non c’è un solo esperto che non sottolinei l’importanza che il bambino, crescendo, abbia un suo spazio, una sua cameretta in cui trascorrere le ore di sonno e i tempi di gioco.

Staccarsi dalla condivisione degli spazi con i genitori, avere una sua cameretta, abituarsi a dormire nel suo lettino fuori dalla camera dei genitori è importante per abituare il bambino alla sua autonomia ma esiste anche l’esigenza che mamma e papà si riappropino di un loro spazio, di un’intimità che nella vita di coppia è importante.

Non tutte le case sono predisposte per dedicare una stanza al bambino, dove non c’è occorre ragionare su come ricavare uno spazio appropriato. Questo è possibile laddove vi siano degli spazi che si possono modificare in  questo senso, dove gli spazi sono già parecchio ridotti non si riesce ad agire.

Se la tua situazione è quest’ultima non resta che pensare a cambiare casa, tutto sommato una soluzione relativamente semplice se sei in affitto, un po’ più complicata se sei in proprietà immobiliare.

Come ricavare una cameretta 

Se dove abiti hai un open space puoi facilmente ricavare uno spazio da destinare alla cameretta per tuo figlio. Il materiale principe per una soluzione di questo tipo è il cartongesso che ti permette di realizzare una separazione in modo economico e razionale, potendo decidere volumi praticamente a tuo piacimento.

Esistono, però, dei vincoli da rispettare assolutamente. Uno di questi è la superficie della stanza che intendi ricavare: tutto dipende dai regolamenti comunali che nella maggior parte dei casi prevedono che la superficie minima di una stanza sia di 8 mq.

Necessaria anche una finestratura che non può avere una superficie inferiore ad 1/8 della superficie della stanza. Non sempre è possibile realizzare una finestra nella nuova stanza che vai a realizzare: in un condominio, ad esempio, non si può fare oppure nel migliore dei casi si tratta di una possibilità molto complicata.

La legge non pone una impossibilità in questi casi, richiedendo almeno una ventilazione meccanica adeguata, sufficiente a garantire un adeguato ricambio d’aria.

La realizzazione della cameretta

Come abbiamo detto, la realizzazione di una cameretta per tuo figlio può non essere una cosa molto complicata e costosa, in molti casi, laddove esiste uno spazio sufficiente per ricavare una cameretta, la realizzazione è abbastanza semplice ed economica.

Se, però, la realizzazione della cameretta comporta anche uno spostamento del bagno, occorre provvedere alla modifica degli impianti idrici che complica decisamente i lavori, con allungamento dei tempi ed aggravio di spesa.

In questo caso, infatti, occorre demolire il bagno nella sua struttura fondamentale per ottenere nuove pareti adeguate alla cameretta e rifacendo tutto con le relative tracce sulle pareti in una nuova allocazione.

Molto probabilmente il nuovo bagno, in questa ipotesi sarà più piccolo di quanto era, quindi occorre ragionare anche sul nuovo stile, prevedendo sanitari meno ingombranti così come anche la lavatrice e l’asciugatrice, laddove presente.

Come attrezzare al cameretta

Anche la cameretta sarà limitata nelle dimensioni, per cui anche nel suo arredamento occorre adeguarsi. Se lo spazio, come si presume, è limitato, occorre sfruttare la verticalità: una cameretta a ponte è l’ideale, soprattutto prevedendo un letto a soppalco, ricavando al di sotto uno spazio vivibile, una scrivania con una sedia in modo da realizzare uno spazio di studio e di gioco necessario per il bambino.

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*