L’importanza del piano cucina

piano cucina

La cucina è uno degli ambienti più importanti in una casa. Deve essere costruita e arredata nel migliore dei modi perché vi si trovano tre elementi di pericolosità che coesistono: Corrente elettrica, Gas, Acqua. Oltre a questo, vi è anche un pericolo che non si vede: la presenza di batteri. Per questo la scelta del piano cucina è di notevole importanza.

La struttura della cucina

Di grande importanza nella cucina è il tema sicurezza; gli impianti devono essere costruiti in maniera perfetta secondo i dettami di legge, ad opera d’arte per evitare che malfunzionamenti e piccoli incidenti possano creare situazioni di pericolo.

Ad esempio, guai se c’è una fuga si gas; questo potrebbe provocare un accumulo di gas con pericolo di incendio e scoppio mentre una perdita d’acqua potrebbe provocare una dispersione di corrente o un corto circuito.

L’estetica della tua cucina, quindi, è importante certamente ma ancora di più lo è che tutto sia in perfetta efficienza e in stato di manutenzione impeccabile. Se tutto è a posto, non sei ancora al sicuro: i batteri imperversano nelle cucine e possono creare contaminazione degli alimenti con rischi per la salute.

Il piano cucina

Il piano cucina deve avere delle caratteristiche fondamentali irrinunciabili:

  • Deve consentire la più efficace pulizia
  • Non dee essere poroso per evitare alterazioni del materiale e la penetrazione di batteri che poi proliferano
  • Deve essere resistente al calore e ai graffi

Per ottenere piani cucina sempre migliori sotto questi aspetti, i produttori sono alla costante ricerca di materiali che possano offrire il rispetto di queste caratteristiche, migliorandole e nel contempo che non siano troppo dispendiose all’acquisto.

I materiali maggiormente utilizzati, ad oggi, sono l’Okite, il Dekton e il Lapitec e il Solid Surface e Betacryl. I materiali maggiormente utilizzati, ad oggi, sono l’Okite, il Dekton e il Lapitec e il  Betacryl. Ovviamente il classico marmo naturale, debitamente trattato per evitare che possa essere attaccato da varie sostanze, è sempre da considerare ma presenta anche un costo maggiore e una altrettanto maggiore difficoltà nella lavorazione.

Andiamo a conoscere più nel dettaglio le loro caratteristiche.

L’Okite

L’Okite è un marchio registrato per un agglomerato di quarzo che ha il vantaggio di essere resistente agli urti, ai graffi, agli agenti chimici e al calore. Si pulisce con molta facilità e non richiede manutenzione.

L’Okite è il risultato dell’unione di polvere di quarzo e speciali resine unite a pigmenti per ottenere diversi effetti estetici. Ha una resistenza 5 volte superiore al marmo e al granito. Non assorbe nulla, quasi azzerando la possibilità di sviluppo di batteri se correttamente pulito.

Il Betacryl

Tra i materiali acrilici è quello di ultima generazione, composto da idrossido di alluminio, resine acriliche e pigmenti. E’ dotato di un’ottima resistenza alle sollecitazioni e il colore è stabile nel tempo.

Per quest’ultima caratteristica è particolarmente adatto a realizzare piani cucina colorati. Si tratta di un materiale igienico, adatto al contatto con gli alimenti e ignifugo. Nel caso riportasse dei danni, ha il vantaggio di essere riparabile.

Il Dekton

Parliamo di pietra sintetizzata, l’unione di oltre 20 diversi minerali e nella composizione si trova anche il vetro, la ceramica e quarzo di alta qualità. Questo materiale permette di ottenere delle lastre di piccolo spessore e grande superficie mantenendo le prestazioni.

La sua compattezza lo rende altamente igienico, anti impronta, impermeabile mantenendo intatto il suo aspetto nel tempo.

Il Lapitec

Un altro marchio registrato ad indicare una pietra sintetizzata formata in grandi lastre assolutamente prive di porosità, quindi altamente igieniche e che mantengono sempre il loro aspetto originale. E’ assolutamente ignifugo, resistente agli urti e all’abrasione.

Antimuffa e antibatterico, per la sua pulizia non serve altro che acqua calda e un panno, anche se ci sentiamo di consigliare la pulizia a vapore al fine di eliminare tutti i batteri che potrebbero ancora trovarsi sulla sua superficie.

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*