Attrezzature gelateria: quali sono quelle che non possono mancare

gelateria

Avete già scelto il locale e la tipologia di offerta da proporre nella nuova gelateria che avete in mente, ma rimane un problema di non poco conto. Si tratta dell’acquisto, e ovviamente la scelta, delle attrezzature che servono per lo svolgimento dell’attività in questione, in modo tale da saper organizzare perfettamente anche lo spazio di cui si dispone.

L’importanza di mantecatori e pastorizzatori

Sono essenzialmente due i macchinari obbligatori per chi vuole avviare una simile attività. Si tratta del pastorizzatore e del mantecatore. In commercio c’è la possibilità di trovare un gran numero di modelli di mantecatori che vanno a integratore anche un pastorizzatore di ridotte dimensioni. Si tratta di una scelta validissima e funzionale per quanti hanno intenzione di aprire una piccola bottega e sono alla ricerca del maggior risparmio possibile specialmente nella prima parte dell’attività.

Ottima ovviamente anche la scelta di puntare su un mantecatore usato, che permette di contenere ancora di più i costi della fase iniziale dell’attività. Su gigelati.com ci sono numerose soluzioni che possono tornare decisamente utili da questo punto di vista: una gamma di scelta particolarmente ampia di mantecatori Carpigiani, uno dei marchi più importanti e rispettati all’interno del settore.   

Torre di riscaldamento e tini di maturazione

È vero, d’altro canto, che anche una torre di raffreddamento torna molto utile, soprattutto per via del fatto che consente di risparmiare un bel po’ sui consumi di acqua, abbassando le relative bollette che si dovranno sostenere alla fine del mese.

Tra il termine della fase dedicata alla pastorizzazione e quella relativa alla mantecatura, però, è importante che la miscela giunga al corretto stadio di maturazione. In che modo? Agitandola in modo frequente ad una temperatura compresa tra 4 e 6 gradi centigradi, seguendo delle tempistiche che si aggirano tra le 8 e le 12 ore.

Un procedimento che si può portare a termine usando sempre il pastorizzatore, ma probabilmente è meglio evitare che rimanga attivo per così tanto tempo. Di conseguenza, spesso e volentieri la scelta inevitabilmente ricade sull’acquisto di specifici sistemi che vengono chiamati tini di maturazione, strumenti che non costano sicuramente tantissimo.

Così facendo, c’è la possibilità di ottimizzare al massimo l’impiego di pastorizzatori, attivandoli immediatamente durante la fase di preparazione della miscela per realizzare un nuovo gelato. All’interno di un laboratorio tipicamente artigianale, non può mancare anche un armadio frigorifero a temperatura positiva che serve essenzialmente a conservare gli ingredienti freschi, compresi tra 1 e 7 gradi, ma la soluzione migliore è quella di adottare una temperatura costante pari a 5 gradi.

Ottima la scelta anche di dotarsi di un armadio frigorifero a temperatura negativa, che serve essenzialmente al mantenimento delle varie materie prime che sono state surgelate, così come delle vaschette di gelato oggetto dell’operazione di mantecatura. L’investimento che serve per comprare un abbattitore termico potrebbe essere altrettanto interessante, visto che permette di diminuire in modo estremamente veloce la temperatura dei prodotti e ne aumenta al contempo la durata.  Inevitabilmente, bisognerà occuparsi anche dell’area di vendita: in questo caso, bisogna scegliere tra le vetrine espositive e i banchi da pozzetto, preferibilmente quelli a doppia temperatura.