Cosa considerare quando si ristruttura la propria casa

casa

Ristrutturare un’abitazione non è un gioco da ragazzi: si tratta di una pratica sempre più comune e davvero molto diffusa, che tuttavia richiede una enorme dose di esperienza e competenza, che appartengono solo a professionisti del settore. Sono infatti molte le scelte di fronte alle quali potremmo trovarci in una situazione di questo tipo, ed infinite le alternative.

Le variabili concernono qualsiasi fase della ristrutturazione: dalla pianificazione iniziale all’atto pratico, dall’arredamento alla possibilità di ristrutturare con costruzioni a secco, e così via. Tenendo quindi bene a mente che in situazioni come queste è sempre necessario fare riferimento ad esperti di questo ambito, proviamo a vedere quali sono quegli aspetti da considerare nel momento in cui si ristruttura la propria casa.

I primi fattori da tenere a mente

Potremmo dividere questi elementi, da tenere in considerazione, in più categorie differenti: innanzitutto ci sono gli aspetti primari, quelli che andranno in qualche modo a porre dei limiti a qualsiasi tipo di operazione ma anche solo di ragionamento successivo, che saranno da valutare con calma ed accuratezza ancora prima di cominciare qualsiasi operazione.

Sarà poi la volta di tutti quei fattori che concorreranno ad una strutturazione teorica dell’appartamento, alla valutazione di tutta una serie di elementi ma soltanto a livello ideologico, e che poi si tramuteranno in pratica nel momento in cui avremo ben chiaro tutto il piano generale. E infine, tutta la parte più materiale: dalla realizzazione vera e propria fino all’arredamento.

Sono dunque questi tre i gruppi concettuali di step che dovremo superare. Cominciamo dal primo, e capiamo quali sono questi aspetti dai quali non possiamo prescindere nemmeno per cominciare a ragionare su tutta l’opera di ristrutturazione. Tanto per cominciare la definizione di un budget limite è fondamentale ed imprescindibile, poiché proprio da questo punto dipenderà tutto quel che avverrà successivamente.

Dobbiamo poi tenere a mente, come abbiamo già ricordato, di affidarci sempre a professionisti per ogni passo che vorremo compiere nel processo di ristrutturazione. Infine, sarà opportuno ragionare con ampie vedute e valutare quali sono quelle parti della casa che davvero è necessario – o che desideriamo fortemente – cambiare e quali invece no. Ancora, potremo valutare una ristrutturazione in ottica green: sono ormai numerose le soluzioni che vanno a braccetto con il risparmio energetico.

Una volta posti questi primi paletti, potremo prendere in considerazione la pianta della casa ed effettuare tutta un’altra serie di ragionamenti: in primo luogo verificare a dovere le condizioni di tutti gli ambienti dell’appartamento, e non solo di quelli ben in vista, per un fattore di sicurezza generale.

Come passare all’atto pratico

Solo a questo punto potremo effettivamente passare alla pratica, ovvero cominciare ad operare con tutti quegli interventi strutturali che l’immobile necessita: quelli legati alla demolizione e rimozione di alcuni ambienti di certo, ma anche tutto ciò che concerne l’aspetto elettrico e idraulico presente all’interno della casa ed il fattore legato all’isolamento del luogo.

Quello sopra descritto è un passaggio chiave, poiché ci permette in qualche modo di gettare davvero le basi, di andare insomma a creare una struttura, un involucro ben costituito e definito: si tratta di uno step che richiederà più tempo di quanto possiamo pensare ma che, se ben effettuato, darà alla nostra abitazione tutti gli elementi necessari in termini di comfort e sicurezza.

E sarà quindi solo successivamente a tutte queste attività, che potremo preoccuparci della suddivisione degli ambienti e della strutturazione degli spazi: un altro processo parecchio importante che dovremo logicamente aver già progettato in precedenza, nel momento in cui ci siamo dedicati all’atto di demolizione e rimozione di alcuni elementi piuttosto che altri. Una volta definite anche queste, allora sarà il momento di pensare all’arredamento inteso nelle sue più varie forme e modalità.